N°2 | 2019 L’ECONOMIA DELLA NOTTE

La città notturna di cui stiamo parlando non è solo quella che espande il tempo del divertimento, e quindi gli orari di apertura dei bar, delle discoteche e dei locali in genere, dividendo le opinioni di chi ne evidenzia i benefici per l’economia e chi, viceversa, tende a demonizzarne le conseguenze sulle abitudini sociali dei residenti e sull’utilizzo degli spazi urbani.
Una buona economia notturna deve coincidere con un’offerta di opportunità regolamentata, pianificata e strategica. È questo il principio fondamentale da cui partono tutte le considerazioni dei lighting designer che da anni operano sul campo a livello internazionale e che hanno accettato di esporre il loro punto di vista o di raccontare le loro esperienze sulle pagine di Arredo & Città.
L’illuminazione è vista come uno strumento fondamentale per rendere la città attraente e vivibile. Un altro aspetto interessante che emerge dai diversi articoli è che il lighting designer non ha ricette precostituite perché non esiste una definizione “assoluta” di buona illuminazione. Un presupposto imprescindibile del suo lavoro deve essere dunque la conoscenza/comprensione degli aspetti specifici della zona in cui opera.

N°2 | 1991

Il Museo Italiano della Ghisa porta le piazze d’Italia a Londra

DOWNLOAD
N°1 | 1991

Dalle mensole a muro alle mensole su palo

DOWNLOAD
N°2 | 1990

Dall’architettura allo stile

DOWNLOAD
N°1 | 1990

Gli elementi prodotti tra ‘800 e’900 per uso privato che vanno ad impreziosire il paesaggio urbano

DOWNLOAD
N°2 | 1989

Da elementi funzionali a oggetti di pregio

DOWNLOAD
N°1 | 1989

Una risorsa accessibile a tutti

DOWNLOAD