Arredo & Città N°1 | 2018

SS9 – LUCE SULLA VIA EMILIA

Negli anni del boom economico, la via Emilia, erede del plurimillenario tracciato romano di età augustea, si trasforma nella prima strada moderna di un’Italia divenuta ormai un paese a forte valenza industriale. L’indagine inedita, condotta dalla Fondazione Neri, in una sorta di percorso itinerante corredato da numerose immagini d’epoca, ha lo scopo di illustrare gli sviluppi dell’illuminazione nelle principali città emiliane attraversate dall'antica strada consolare. Le innovazioni introdotte riguardano sia l’utilizzo dei sostegni per la luce realizzati con nuovi materiali, in particolare l’acciaio e l’alluminio, in sostituzione delle ghisa e del cemento, sia la produzione di lampade più efficienti, frutto di un’intensa attività di ricerca condotta in quegli anni in campo illuminotecnico. Per il fatto di avere sede proprio sulla via Emilia e a voler ribadire la sua presenza radicata nel territorio, la Fondazione Neri intende offrire con questo studio il suo contributo al grande progetto culturale “2200 anni lungo la via Emilia” promosso per il biennio 2017-2018 dal Segretariato Regionale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per l’Emilia-Romagna.
ARTICOLI
Lungo la via Emilia: viaggio per immagini 1945-1970 by Lorenzo Bazzocchi

L’eccellenza in ghisa convive con l’acciaio

Le innovazioni introdotte a partire dal dopoguerra in campo illuminotecnico trovano rapida applicazione in tutti i principali centri dislocati lungo la via Emilia: trattandosi di città storiche esse dispongono già da tempo di arredi in ghisa, sia lampioni che mensole a muro, prodotti all’inizio del Novecento o risalenti addirittura alla seconda metà del XIX secolo e ispirati al gusto neoclassico imperante in quel periodo.

Si tratta in molti casi di pezzi prestigiosi, progettati ad hoc, e fusi da importanti fonderie, italiane ed estere, motivo per cui, ...