Arredo & Città

Arredo & Città è la rivista semestrale della Fondazione Neri dedicata alle iniziative, i dibattiti, le ricerche sulle evoluzioni progettuali e stilistiche degli elementi di arredo e illuminazione studiati per le città. Dal 1988, attraverso approfondite monografie e ricchi repertori fotografici il periodico si concentra sul recupero e la valorizzazione  del  patrimonio urbano, vero e proprio patrimonio culturale, di fondamentale interesse sia per l’indagine storica che  per la nuova progettazione.

 

La rivista nasce dall’esigenza di far conoscere un prodotto industriale che, dopo aver riscosso grande successo tra Ottocento e Novecento, sparisce dal mercato e sembra non suscitare più interesse, nemmeno dal punto di vista storico. Le fusioni in ghisa, impiegate come complementi di architettura e per “arredare” le città in rapida espansione, sono invece la testimonianza di una lavorazione che è riuscita a combinare in maniera efficace le caratteristiche proprie dell’attività artigianale con i processi tecnologici della produzione industriale.

La bellezza del vivere in città, il recupero della storia e della memoria quali elementi capaci di sostenere il tessuto sociale, la città pensata come il territorio dell’uomo in cui ciascuno possa riconoscersi e ritrovarsi: sono i temi che caratterizzano i primi numeri della rivista e ne definiscono la mission. Parallelamente si sviluppano le “monografie”: così vengono chiamate le ricerche del tutto nuove e inedite intorno ai manufatti di arredo urbano (lampioni, fontane, panchine, ringhiere…) di cui vengono documentate le diverse tipologie.

Non è mancata negli anni la presenza di argomenti legati all’attualità. Già nel 1998 la rivista affrontava il tema, ancora sconosciuto, dell’inquinamento luminoso, o parlava dei centri commerciali come nuovi luoghi di aggregazione prima che la definizione entrasse nell’uso comune. Ma soprattutto hanno di volta in volta trovato spazio sulle pagine di Arredo & Città progetti di trasformazione migliorativa di piccole o grandi porzioni di aree urbane.