Arredo & Città N°2 | 2020

LA BELLEZZA PER IL BENESSERE

Perché dedicare una monografia ai principali centri termali europei? Non per analizzare le caratteristiche delle acque e trarre conclusioni in merito alle patologie per le quali erano e sono raccomandate. La presenza di una sorgente d’acqua dotata di facoltà terapeutiche ha motivato la nascita di città, destinate innanzitutto ad ospitare quanti dalle cure termali dovevano trarre beneficio. A renderle davvero “speciali” tuttavia è il peculiare sviluppo urbanistico che le caratterizza tra fine ‘800 e inizio ‘900. 
I principi guida che regolano la pianificazione delle città termali sono riconducibili a due termini chiave: benessere e bellezza. Per facilitare l’accesso alle acque, e soprattutto per creare un contesto in cui le persone fossero pienamente a loro agio, è stato fondamentale l’impiego di grandi strutture e di arredi in ghisa, presenti nei centri termali, più che in qualsiasi altra città. Manufatti unici, alcuni sopravvissuti, altri no, riprodotti nelle cartoline d’epoca, raccolte nell’Archivio della Fondazione Neri e riportate sulla rivista. Sono immagini che testimoniano come i luoghi di cura fossero in grado di offrire relax e divertimento, e di favorire la socialità, cominciando così ad abbozzare l'esperienza della vacanza che di lì a poco avrebbe preso piede definitivamente.
ARTICOLI
Le terme di Budapest by Lorenzo Bazzocchi

La ricerca riguardante l’arredo in ghisa nelle città termali ha richiesto l’analisi di un ampio repertorio di fonti, scritte e iconografiche. Le nostre scelte in merito alle realtà da presentare sulla rivista sono state indirizzate dall’intenzione di mettere in evidenza la rilevanza degli arredi in ghisa nei centri che hanno fondato la loro nascita, il loro sviluppo, e anche la loro fortuna, sulle acque curative. Esistono tuttavia numerose località note non solo per le loro terme, dove l’offerta terapeutica rappresenta una delle possibili opportunità che, sommate ad altre eccellenze,  contribuisce a renderle rinomate mete turistiche.

L’articolo ...