N°2 | 2019 L’ECONOMIA DELLA NOTTE

La città notturna di cui stiamo parlando non è solo quella che espande il tempo del divertimento, e quindi gli orari di apertura dei bar, delle discoteche e dei locali in genere, dividendo le opinioni di chi ne evidenzia i benefici per l’economia e chi, viceversa, tende a demonizzarne le conseguenze sulle abitudini sociali dei residenti e sull’utilizzo degli spazi urbani.
Una buona economia notturna deve coincidere con un’offerta di opportunità regolamentata, pianificata e strategica. È questo il principio fondamentale da cui partono tutte le considerazioni dei lighting designer che da anni operano sul campo a livello internazionale e che hanno accettato di esporre il loro punto di vista o di raccontare le loro esperienze sulle pagine di Arredo & Città.
L’illuminazione è vista come uno strumento fondamentale per rendere la città attraente e vivibile. Un altro aspetto interessante che emerge dai diversi articoli è che il lighting designer non ha ricette precostituite perché non esiste una definizione “assoluta” di buona illuminazione. Un presupposto imprescindibile del suo lavoro deve essere dunque la conoscenza/comprensione degli aspetti specifici della zona in cui opera.

N°2 | 2004

Lo sviluppo sostenibile. Il dibattito sull’inquinamento luminoso in Italia

DOWNLOAD
N°1 | 2004

Indagine storica su un importante bacino europeo di produzione della ghisa

DOWNLOAD
N°2 | 2003

E luce sia. Dall’utilizzo dell’olio al primato del gas nelle città dell’Ottocento

DOWNLOAD
N°1 | 2003

La risposta dei designers alla sfida di Neri Award 2003

DOWNLOAD
N°2 | 2002

Ricostruire la luce nelle città d’arte

DOWNLOAD
N°1 | 2002

I nuovi centri di aggregazione sociale: un’espansione degli spazi urbani o un’alternativa?

DOWNLOAD